18 Dicembre 2018 ~ 1 Commento

NATALE IN TAVOLA

Sono settimane che ho preparato un articolo in merito ai consigli pre-natalizi da mettere in tavola, ma se stessi a raccontare quante vicissitudini sono accadute in questo ultimo periodo del 2018 non basterebbe un post. Quindi mi scuso per l’attesa, colgo l’occasione per rispondere a un commento di un collega che mi chiede consigli per un sano natale in tavola e mi metto alla tastiera per proporvi questo piccolo vademecum di sopravvivenza al pranzo delle feste!

La domanda che da qualche settimana imperversa è sempre la stessa: dottoressa come affrontiamo le festività stando attenti alla salute in tavola? Sorrido e fornisco sempre lo stesso consiglio: “Godetevi le festività, piatti golosi compresi!”. Infatti, per coloro che ambiscono a mantenere il buon peso forma raggiunto o a proseguire un percorso di dimagrimento, consiglio di non rassegnarsi perché non esistono Natale, 31 dicembre o Epifania senza qualche dolcetto o pietanza tipica della tradizione, ma che, tuttavia e per fortuna, esistono la sana via di mezzo e le eccezioni che valgono quanto la regola. Quindi, senza lasciarci travolgere dalle abbondanze sconsiderate, lasciamo entrare nelle nostre case sapori e profumi che solo il Natale sa donare e che potremo gustare senza troppe preoccupazioni rispettando alcune sane regole e qualche trucco salutare.

Aiutando il nostro corpo e la nostra mente a stare in forma tutti i giorni dell’anno con cibi sani, accostamenti alimentari azzeccati, ingredienti genuini, il nostro organismo sarà anche pronto ad affrontare improvvise impennate caloriche per qualche giorno, dopo il quale ci faremo una bella camminata e ritorneremo alle nostre sane abitudini alimentari, che aiuteranno il nostro metabolismo a bruciare e a proteggerci per il resto dell’inverno.

Evitiamo, innanzitutto, di sentirci in colpa per qualche dolcetto di troppo e di rinunciare alla compagnia durante le feste perché ossessionati dal possibile aumento di peso. Ricordiamoci, piuttosto, di non saltare mai la colazione, composta sempre da cereali integrali e proteine ad alto valore biologico (latte, yogurt bianco, frutta secca, uova), carburanti indispensabili per l’attivazione metabolica giornaliera. A tavola durante le feste, rinunciamo al bis di qualsiasi piatto e non aggiungiamo salse troppo condite ai vari piatti (sia salati che dolci). Cerchiamo di consumare con moderazione gli antipasti, facendo piccoli assaggi per panettone gastronomico, patè, gorgonzola, affettati particolarmente ricchi di grasso, evitando il consumo di pane bianco, focacce o grissini, ma preferire pane integrale, magari alle noci e all’uvetta. Inoltre, non bandiamo completamente i dolci, ma cerchiamo di non consumare più di una porzione al giorno, scegliendo prodotti della tradizione che contengano materie prime di buona qualità, senza l’aggiunta di conservanti e additivi; in caso di voglia di dolce possiamo concederci qualche frutta essiccata in più (albicocche, datteri, fichi), senza eccessi, soprattutto serali, vista la loro ricchezza calorica.

Dedichiamo solo i giorni delle feste agli stravizi alimentari: nei giorni successivi riprendiamo i nostri consigli alimentari ed evitiamo di proseguire con quel che è avanzato. Tra una giornata di pasto abbondante e l’altra, è consigliato qualche pasto di semi-digiuno, una pratica assolutamente salutare, se messa in atto saltuariamente e con adeguate raccomandazioni: bere, innanzitutto, circa 2 litri di liquidi al giorno, scegliendo acqua naturale, the e tisane depurative senza zucchero, per garantire un’ottima pulizia gastro-intestinale e una disintossicazione epatica indispensabile. Si consiglia di consumare, inoltre, frutta fresca di prima mattina e lontano dai pasti, evitandone il consumo appena dopo pranzo o cena e di preparare un pasto depurativo del dopo-festa a base di ortaggi e legumi, preferibilmente sottoforma di zuppa, senza patate né cereali, condita con olio extravergine di oliva crudo e 1 cucchiaino di semi oleosi (girasole, zucca, lino).

Non esiste aria di Natale, senza condividere assieme la tavola con i suoi sapori e profumi tipici che sanno di tradizione delle nostre famiglie, di evoluzione di generazioni, di amore anche per noi stessi.

Auguri di cuore #lafarmacistaaifornelli #nonchiamateladieta

Ps nei prossimi giorni nella sezione “Farmacista ai fornelli” vi posterò qualche ricetta natalizia sana e golosa

icona
Per commentare è necessaria l'iscrizione a Medikey

 


La gestione del riconoscimento dell'operatore della salute e la trasmissione e archiviazione delle relative chiavi d'accesso e dei dati personali del professionista della salute avviene mediante la piattaforma Medikey® nel rispetto dei requisiti richiesti da
Il Ministero della Salute (Circolare Min. San. - Dipartimento Valutazione Farmaci e Farmacovigilanza n° 800.I/15/1267 del 22 marzo 2000)
Codice della Privacy (D.Lgs 30/06/2003 n. 196) sulla tutela dei dati personali