11 Giugno 2018 ~ 0 Commenti

OGGI NEL PIATTO, GERMOGLI DI SALUTE

Con l’arrivo della primavera un menù salutare che si rispetti deve portare in tavola ortaggi stagionali. Barba di frate (o agretti) e asparagi la fanno da padrone! La curiosità che personalmente ho appreso solo in età adulta durante un corso di cucina naturale è che di entrambe le piante si consumano i germogli.

Gli agretti si consumano finché i germogli sono teneri e succulenti; sono piacevolissimi semplicemente lessati e conditi con olio e limone, hanno pochissime Kcal (18 circa/100 g) e un buon apporto di fibre, calcio, ferro e magnesio. Unica noiosa peculiarità: richiedono un’attenta pulizia, dopo la quale deperiscono molto velocemente.

Gli asparagi, di cui la mia nonna preparava spesso la varietà selvatica più sottile e amarognola oppure quella bianca tipica dell’alto Varesotto (gli asparagi bianchi di Cantello hanno la denominazione IGP), sono uno scrigno di preziosi elementi di bellezza: potassio e asparagina combattono la ritenzione idrica, vitamina A e C sono potenti antiossidanti, rutina e quercetina hanno azione anti-radicali e antinfiammatoria. In particolare, quelli selvatici, ottimi crudi, conservano al meglio le saponine che sono state riconosciute protettive nei confronti del tumore del colon, da un recente studio dell’Università del New Jersey.

A voi libertà di creare il piatto più gustoso, anche se, a parer mio, l’abbinamento con uova sode o alla coque (che siano di ottima qualità…quelle che vedete in foto sono delle galline scorrazzanti nei campi di Milly, ad Arezzo) è ineguagliabile! Buon appetito per un lunedì a tutta forza

#lafarmacistaaifornelli

#nonchiamateladieta

 

 

icona
Per commentare è necessaria l'iscrizione a Medikey

 


La gestione del riconoscimento dell'operatore della salute e la trasmissione e archiviazione delle relative chiavi d'accesso e dei dati personali del professionista della salute avviene mediante la piattaforma Medikey® nel rispetto dei requisiti richiesti da
Il Ministero della Salute (Circolare Min. San. - Dipartimento Valutazione Farmaci e Farmacovigilanza n° 800.I/15/1267 del 22 marzo 2000)
Codice della Privacy (D.Lgs 30/06/2003 n. 196) sulla tutela dei dati personali